Seleziona una pagina

A guardarla in superficie, la vita può sembrare scandita da una successione di eventi apparentemente casuali, senza collegamento tra di loro, ordine o senso.

Ne deriva un sentimento molto profondo di impotenza e di paura che pervade tutta l’esistenza, in ogni suo aspetto.

Per cercare di placare quest’angoscia, scegliamo spesso di compiere una serie di azioni volte a darci un senso di controllo sulla nostra quotidianità e sul futuro.

Continui impegni ci tengono lontani dai suddetti pensieri.

La nostra vita diventa così improntata all’illusione del controllo e lascia poco o niente spazio allo scorrere naturale delle cose, a cominciare dal respiro che ci anima, e dal renderci conto di essere vivi.

Tutta la struttura sociale ci incoraggia ad adottare ritmi frenetici, essendo la società il riflesso di ciò che crediamo e temiamo.

Un giorno però, può accadere qualcosa di così diverso, sconvolgente, intenso, a volte drammatico, che si spalanca una porta verso una visione del tutto nuova di questa presunta casualità degli eventi.

 

 

Quando un accadimento, uno stato fisico o emotivo, un forte cambiamento, ci costringono a rallentare fino anche a fermarci perché non ci sono più le risorse per continuare a sostenere i ritmi di sempre, abbiamo l’opportunità di accorgerci del messaggio che la vita cerca di mandarci e che non potevamo cogliere finché eravamo impegnati ad altro.

Quando le nostre certezze e le nostre strutture mentali vengono scosse, possiamo finalmente permettere alla vita di mostrarci ciò che non vedevamo, e possiamo così scorgere sempre più chiaramente l’esistenza di un filo conduttore che collega in modo molto coerente passato, presente e futuro, disegnando una trama facente da sfondo alla nostra vita.

Dando spazio a questa nuova consapevolezza, segni, coincidenze, incontri, nuove percezioni si manifestano a noi in modo sempre più frequente, come a indicarci una strada da seguire, che si discosta spesso moltissimo da ciò che pensavamo di dover fare per sentirci al sicuro nella vita.

Dopo le resistenze iniziali, che sono in genere tante, quando accettiamo di fidarci di queste indicazioni, cominciamo a sviluppare la fede in noi stessi, nella vita, e nel fatto che saremo condotti esattamente dove siamo attesi, in un posto meraviglioso accessibile solo se ci lasciamo andare a ciò che la vita ci mostra, appena cominciamo a darle ascolto.

È così che un passo alla volta, ciò che poteva sembrare un inferno si trasforma in un sogno a occhi aperti, dove ci lasciamo guidare, ormai certi di non essere in pericolo.

In collaborazione con I Segreti di Matilde
https://www.isegretidimatilde.com/lascia-che-la-vita-ti-sveli-il-filo-conduttore-dietro-lapparente-realta/

https://www.lefenici.com/il-trattamento/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/trattamentienergeticiroma/

 

 

 

 

Condividi sui Social