Da qualche parte nel mio spazio personale, esiste il mio doppio luminoso, ossia la versione di me spoglia di tutte le limitazioni e credenze che mi tengono ancorata a una realtà non sempre piacevole e facile.

 

 

Il mio doppio luminoso mi accompagna da sempre e ho la possibilità di connettermi a lui ogni volta che riesco a far passare in secondo piano i ragionamenti e ad accendere nel mio cuore la luce della fede e dell’immaginazione.

Io esisto sia in quello che chiamo realtà, con tutti i pesi che credo di dover portare, che in uno spazio di totale libertà, in cui la mia strada è chiara e già disegnata, ed è leggerissima e colma di bellezza.

Il mio doppio luminoso è accessibile ogni volta che faccio qualcosa che mi fa vibrare veramente, e che mi mette in contatto con l’amore, sotto qualsiasi forma.

Di conseguenza, più mi permetto di vibrare attraverso le mie esperienze, e più sono connessa con il mio doppio luminoso, che prende il comando della mia vita e mi accompagna laddove sono attesa.

Invece, appena torno ad ascoltare solo i vari “devo e non posso” che costellano il mio quotidiano, il mio doppio luminoso gioca a nascondino e non riesco più a trovarlo. Ecco che mi sento appesantita e senza via d’uscita.

Più concretamente, ognuno di noi ha la capacità di percepire la propria essenza libera da ogni limitazione e peso, e di intuire con essa il senso della propria esistenza.

All’inizio, la connessione si limita a brevissimi istanti, somiglianti a un sogno, e forse anche un po’ spaventosi perché potrebbe sembrare di perdere la ragione.

Ma quando si coltiva la fiducia e si prosegue con determinazione, la connessione diventa sempre più disponibile, costante e chiara, illuminando i passi che siamo chiamati a fare sul nostro percorso individuale.

E quando ormai non c’è più posto per la paura e il dubbio, ci si può fondere con il proprio doppio luminoso, ossia buttarsi nella vita a braccia aperte, come un uccello che spicca il volo per la prima volta.

A questo punto, non è più la mente razionale a guidarci, ma la versione liberata di noi, che desidera solo il nostro bene, nonché il bene collettivo.

Buona connessione

 

Céline Petitcolin

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/laviadellunione/

Pubblicato anche sul Blog I Segreti di Matilde https://www.isegretidimatilde.com/il-doppio-luminoso/?fbclid=IwAR3Rh9XRpyNi5WP6W4YlqDO_sdADOt90S8l-qYZZUQgVy03i0ngdfzh-li0

Servizi proposti:

https://www.lefenici.com/il-trattamento/

https://www.lefenici.com/lettura-delle-carte-tarocchi/

 

 

 

Condividi sui Social